Contenuto principale

UE - Direttiva e-Privacy

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo.

Visualizza Privacy Policy e Note Legali

Hai rifiutato i cookie. Puoi modificare questa decisione.

Hai permesso che i cookies siano salvati sul tuo supporto. Puoi modificare questa decisione.

Art. 11: La guerra come strumento di sola difesa

Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 

Tags: Costituzione italiana | guerra | guerra difensiva | guerra offensiva | libertà

 

Art. 11

L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

 

Commento

La Repubblica Italiana disconosce la guerra di qualunque tipo, a meno che sia "difensiva": solo se uno Stato straniero aggredisce direttamente l'Italia abbiamo la possibilità e il diritto di ricorrere all'uso delle armi.

La Costituzione tuttavia riconosce che l'Italia può partecipare, nell'ambito delle organizzazioni internazionali a ciò preposte (ONU in particolare), ad operazioni di peacekeeping, cioè a missioni di pace in territori stranieri che, attraverso l'invio di forze militari, tendano a ristabilire l'ordine e la pace. Tuttavia, le armi non devono essere utilizzate a scopo offensivo.

Link all'intero testo della Costituzione

La Costituzione può essere letta o scaricata da questi indirizzi: