Contenuto principale

UE - Direttiva e-Privacy

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo.

Visualizza Privacy Policy e Note Legali

Hai rifiutato i cookie. Puoi modificare questa decisione.

Hai permesso che i cookies siano salvati sul tuo supporto. Puoi modificare questa decisione.

Secondario. Artigianato e Industria: confronto e differenze

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

Tags: artigianato | economia | geografia economica | industria | settore secondario

 

 

Artigianato Industria

Uso delle macchine

Le macchine vengono utilizzate, ma solamente nelle operazioni che non possono essere compiute a mano. Ad esempio, un ceramista usa necessariamente il tornio, ma sempre con l'ausilio del lavoro manuale.

Le macchine svolgono molto lavoro, sostituendosi all'uomo in molte fasi della lavorazione. Compito dell'uomo è quello di verificarne il funzionamento o guidarne il processo di lavorazione.

Prodotti

Qualsiasi.

Qualsiasi.

Qualità dei prodotti

Ogni prodotto è unico, con particolari propri e "difetti" di fabbricazione che ne garantiscono la lavorazione artigianale.

I prodotti sono in serie, numerosi ed identici. Eventuali difformità sono veri e propri difetti, che fanno scartare il pezzo.

Valore

Generalmente il valore di un prodotto artigianale è superiore perché l'intero processo di lavorazione è seguito da una o poche persone per ogni pezzo.

Il valore di un prodotto industriale è inferiore perché i costi sono ridotti dall'uso di macchine e dalla standardizzazione della produzione.