Contenuto principale

UE - Direttiva e-Privacy

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo.

Visualizza Privacy Policy e Note Legali

Hai rifiutato i cookie. Puoi modificare questa decisione.

Hai permesso che i cookies siano salvati sul tuo supporto. Puoi modificare questa decisione.

Pianure: Italia

Valutazione attuale:  / 11
ScarsoOttimo 

Tags: Italia fisica | pianura

Le pianure più estese

La più grande d'Italia è la Pianura Padana, di origine alluvionale.

Due precisazioni.

  • Qual è la Pianura Padana? Per "padana" si intende la pianura (generata e) attraversata dal fiume Po e dai suoi affluenti. Infatti, "padana" deriva dall'aggettivo latino "padanus", a sua volta derivato dal latino "Padus", che era il nome dell'attuale fiume Po. Pertanto, pianura padana significa "pianura del Po".
  • Non confondiamo le pianure! Per il motivo suddetto, la Pianura Padana è da distinguersi dalla Pianura Veneta. Quest'ultima, infatti, non è attraversata dal fiume Po, ma da altri fiumi che di esso non sono affluenti: Adige, Isonzo, Tagliamento, ecc.

La seconda pianura italiana è la Pianura Veneta (di origine alluvionale). In molti testi le prime due pianure vengono unite nella dicitura "pianura padano-veneta".

La terza pianura per estensione è il Tavoliere delle Puglie (vedi Pianure pugliesi), originata da sollevamento.

La quarta pianura per estensione è il Campidano, in Sardegna (da Oristano a Cagliari, secondo la direzione Nord-Ovest/Sud-Est). È di origine alluvionale e vulcanica.

Il Veneto è la regione italiana con la maggiore estensione di pianure (vedi il grafico del territorio del Veneto).

La Puglia è la seconda regione d'Italia per estensione delle pianure (vedi il grafico del territorio della Puglia).

Le pianure minori

Nell'Italia centro-meridionale, le pianure sono meno estese di quelle del Nord, e soprattutto sono per lo più costiere, salvo alcune eccezioni. Da Nord a Sud:

1. Lungo il Mar Tirreno:

a. Piana dell'Arno o Valdarno o Pianura Pisana. Si trova in Toscana ed è formata e attraversata dal fiume Arno (vedi "pianura alluvionale").

b. Maremma. Si estende tra Toscana centro-meridionale e Lazio settentrionale.

c. Piana del Tevere o Campagna Romana. Interessa il Lazio centrale, lungo il fiume Tevere e nella zona occupata anche dalla città di Roma.

d. Pianura Pontina. Si trova nel Lazio meridionale, lungo le coste.

e. Pianura Campana o del Volturno. In Campania, riguarda il territorio intorno a Napoli (attraversato anche dal fiume Sarno).

f. Piana del Sele. Si trova in Campania, a sud della Pianura Campana.

g. Piana di Sant'Eufemia. In Calabria, è attraversata dal fiume Amato.

h. Piana di Gioia. Si trova in Calabria, a Sud della precedente.

i. Conca d'Oro. È la pianura in cui si articola la città di Palermo.

2. Lungo il Mar Adriatico (escludendo quelle pugliesi):

a. non ci sono particolari pianure, se non "pianure costiere", soprattutto nelle Marche. Infatti, l'Appennino, soprattutto in Abruzzo e Molise, arriva fin sulle coste, determinando un sistema montuoso o collinare che origina coste alte o articolate, con piccole pianure in corrispondenza dei corsi d'acqua e della loro foce. Queste pianure sono appunto di origine alluvionale.

3. Lungo il Mar Ionio (escludendo quelle pugliesi):

a. Piana di Metaponto, in Basilicata, attraversata dai fiumi lucani.

b. Piana di Sibari. È la pianura più grande della Calabria, è attraversata in particolare dal fiume Crati.

c. Piana di Catania. È la pianura più grande della Sicilia.

4. Lungo il Mar di Sicilia:

a. Piana di Gela.

Carte geografiche

Una cartina geografica molto chiara è qui: illustra le pianure italiane con la loro collocazione ed il loro nome.