Contenuto principale

UE - Direttiva e-Privacy

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo.

Visualizza Privacy Policy e Note Legali

Hai rifiutato i cookie. Puoi modificare questa decisione.

Hai permesso che i cookies siano salvati sul tuo supporto. Puoi modificare questa decisione.

Piramide politica, sociale, economica della società feudale

Valutazione attuale:  / 5
ScarsoOttimo 

Tags: capitolare di Kierzy | Constitutio de feudis | feudalesimo | piramide | valvassini | valvassori | vassallaggio | vassalli

 

 L'immagine riproduce la piramide politica, sociale ed economica della società feudale.

piramide_feudaleClicca per ingrandire

 

Contenuto

L'imperatore, al vertice della società medievale, non riesce a controllare tutti i suoi territori, pertanto lo suddivide e ne affida le parti ai vassalli. A ciascuno consegna un beneficio, ossia un feudo, in cambio di fedeltà. Ma i territori sono troppo estesi anche per i vassalli, che piano piano lo suddividono e lo cedono a vassalli minori (valvassori). Questi imitano il processo a favore dei valvassini.

Si ha quindi un costante e successivo smembramento. Il sistema nasce per dare coesione allo Stato, invece finisce per frammentarlo.

La frammentazione è favorita da due eventi: il capitolare di Kierzy, che riconosce il diritto dei vassalli maggiori a non restituire il feudo nelle mani dell'imperatore per cederlo ai parenti (figli o fratelli); la Constitutio de feudis, che riconosce lo stesso diritto anche per i vassalli minori.