Contenuto principale

UE - Direttiva e-Privacy

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo.

Visualizza Privacy Policy e Note Legali

Hai rifiutato i cookie. Puoi modificare questa decisione.

Hai permesso che i cookies siano salvati sul tuo supporto. Puoi modificare questa decisione.

Seconda Guerra Mondiale: scheda evento

Valutazione attuale:  / 2
ScarsoOttimo 

Tags: scheda evento | Seconda Guerra Mondiale

Stati coinvolti

In un primo tempo gli Stati europei ed il Giappone, poi tutti il mondo

Data di inizio

1° settembre 1939

Data di fine

2 settembre 1945 (Durata: 6 anni)

Cause della guerra

  • Revisionismo tedesco e espansionismo verso Est
  • Imperialismo giapponese
  • Imperialismo italiano

Contesto

La guerra si situa nel contesto venutosia creare in seguito a:

  • lotte di supremazia in Europa dovute all'affermarsi del nazionalismo (a partire dal 1800)
  • affermazione del Comunismo in Russia (dal 1917)
  • conseguenze della Prima Guerra Mondiale (trattato di Versailles del 1919)
  • affermazione dei regimi totalitari in Italia e Germania (dal 1922)
  • crisi economica successiva alla caduta della Borsa di New York (1929)

Fasi

La guerra è doppiamente divisibile in due fasi:

  • dal punto di vista geografico:
    • guerra europea ed espansionismo giapponese nel Pacifico: dal 1° settembre 1939 al 6 dicembre 1941;
    • guerra mondiale: dal 7 dicembre 1941 alla fine;
  • dal punto di vista militare:
    • prevalenza dell'Asse (Germania, Italia, Giappone) fino a tutto il 1942;
    • prevalenza degli Alleati (Francia, Inghilterra, URSS, USA) dal 1943 alla fine.

Eventi principali

... di prossima stesura...

Stati vincitori

Gli Alleati.

Patti conclusivi

 ... di prossima stesura...

Conseguenze

Queste le principali conseguenze della guerra:

Demografiche

  • circa 60 milioni di morti
  • circa 6 milioni di ebrei, zingari, italiani, europei morti nei campi di concentramento e di sterminio

Territoriali

  • la Germania perde tutte le sue conquiste, viene ridimensionata e divisa in quattro territori, ciascuno controllato da uno degli Alleati. Successivamente, Francia Gran Bretagna e USA concordano per la nascita della Germania Ovest (Repubblica Federale Tedesca, liberale, controllata dagli Alleati, poi lentamente più autonoma). A Est, si afferma la Repubblica Deocratica Tedesca (comunista, controllata dall'URSS); la Germania non potrà avere un esercito, perde tutte le colonie, deve pagare enormi danni alla Russia in particolare;
  • l'Italia perde tutte le colonie, Trieste e l'Istria. Trieste sarà restituita nel 1954;
  • il Giappone perde tutte le colonie, non ha più un esercito ed è posta sotto il protettorato USA;
  • la Russia mantiene alcuni territori (Lituania, Lettonia, Estonia, Lapponia);
  • nei territori dell'Europa orientale, nascono nuovi Stati.

Economiche

  • tutti gli Stati attraversano una grave crisi economica per le enormi spese di guerra e per l'abbandono dell'agricoltura o l'utilizzo delle industrie a scopo militare;
  • in Europa, Africa e Pacifico, città, industrie, campagne sono distrutte dai continui combattimenti e bombardamenti;
  • gli Stati europei sono fortemente indebitati con gli USA per i prestiti di guerra.

Politiche

  • nell'Europa orientale, si affermano nuovi Stati, ma tutti sotto il controllo sovietico;
  • nell'Europa occidentale, si affermano soprattutto democrazie, ispirate al modello americano o ai suoi valori.

Geopolitiche

  • l'Europa perde la sua centralità politica ed economica, a favore degli USA e dell'URSS, nuove superpotenze. Ancora oggi, l'Europa vive un periodo di subalternità.

Militari

  • sviluppo della produzione bellica, in particolare delle armi di distruzione di massa (bomba atomica, aeronautica, sommergibili, missilistica ...)