Contenuto principale

UE - Direttiva e-Privacy

Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo.

Visualizza Privacy Policy e Note Legali

Hai rifiutato i cookie. Puoi modificare questa decisione.

Hai permesso che i cookies siano salvati sul tuo supporto. Puoi modificare questa decisione.

L'italia tra 1945 e 1947: cronologia

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Tags: cronologia | Fascismo | Seconda Guerra Mondiale | storia italiana

Principali eventi in Italia

 

DATA

   

20 giugno 1945

Costituzione del governo Parri

21 novembre 1945

I ministri liberali presentano le dimissioni

24 novembre 1945

Parri si dimette

9 dicembre 1945

Costituzione del governo De Gasperi

29 dicembre 1945

Roma: V Congresso del PCI. Togliatti delinea la teoria del "partito nuovo" e della "democrazia progressiva"

1946

L'anno si apre con un serrato dibattito sui poteri da attribuire alla Costituente e sulla forma di consultazione da adottare per risolvere il problema istituzionale

10 marzo - 7 aprile 1946

Si tengono le elezioni amministrative che vedono una significativa affermazione della DC, ma anche dei comunisti e dei socialisti

23 marzo 1946

Il governo fissa la data per il "referendum" e per le elezioni della Costituente

23 giugno 1946

Enrico De Nicola eletto capo provvisorio dello Stato

13 luglio 1946

Entra in carica il secondo ministero De Gasperi, basato su un accordo tripartito DC, PSIUP e PCI

Si manifestano i primi contrasti tra elementi cattolici e forze di sinistra all'interno della CGIL. Si diffonde il malessere sociale, determinato da una forte spinta inflazionistica e dal diffondersi della disoccupazione. Si verificano agitazioni di ex partigiani

3-17 gennaio 1947

Viaggio di De Gasperi negli USA

Scissione nel PSIUP. L'ala filoccidentale, con a capo Saragat, si stacca dal PSIUP e fonda il Partito socialista dei lavoratori italiani (PSLI)

20 gennaio 1947

De Gasperi rassegna le dimissioni. De Nicola gli affida l'incarico di formare un nuovo governo

2 febbraio 1947

III governo De Gasperi. La presenza dei comunisti e dei socialisti subisce un ridimensionamento

10 Febbraio 1947

Parigi: firmati i trattati di pace. La Germania ne è esclusa

25-26 marzo 1946

Nell'ambito del dibattito per l'elaborazione della Costituzione, l'assemblea approva, col voto favorevole dei comunisti, l'inclusione dei Patti lateranensi nei Principi fondamentali della Repubblica

L'aumento della circolazione monetaria e l'espansione del credito bancario, stimolato da manovre speculative, incrementano l'inflazione. Il CM reagisce abolendo i prezzi politici e liberalizzando il prezzo del pane. Il malcontento nel paese cresce e la posizione delle Sinistre nel governo si fa difficile

20 aprile 1947

Vittoria dei partiti della Sinistra e vistoso arretramento della DC nelle elezioni regionali siciliane

1° maggio 1947

All'avanzata delle Sinistre reagisce la Destra siciliana con l'appoggio della mafia: a Portella della Ginestra un pacifico comizio di lavoratori viene attaccato dalla banda di Salvatore Giuliano

13 maggio 1947

Dimissioni di De Gasperi

5 Giugno 1947

Lanciato il Piano Marshall. L'URSS lo respinge, seguita dai governi comunisti a lei alleati

6 giugno 1947

IV governo De Gasperi, con l'esclusione delle forze di sinistra. Si chiude un'epoca nella storia politica italiana